LOGHI_DSS.jpg
69835308_2528267433897562_8206634663779762176_n.jpeg
70463257_2528267003897605_8381172737300758528_n.jpeg
70384891_2528267120564260_1663881145198051328_n.jpeg

Il Domaine Louis Lequin produce vini a Santenay, in Borgogna, da quattro secoli, dal 1669. Attualmente comprende 7 ettari di vigneti in siti pregiati in tutta la Côte d’Or: Nuits- Saint-Georges nella Côte de Nuits, così come Pommard, Santenay, Corton, Corton- Charlemagne, Chassagne-Montrachet e Bâtard-Montrachet

nella Côte de Beaune. 

 

Molti sono i premier cru ed i grand cru. Anche se la famiglia Lequin iniziò a coltivare l’uva già nel 1604, il loro primo acquisto di un vigneto, una piccola parcella a Santenay chiamato Les Clos Genet,

non avvenne fino a 65 anni dopo. Questa acquisizione, ad opera di Philibert Lequin, confermò il destino della famiglia Lequin di stabilirsi in Borgogna, poiché la terra fu acquistata tramite un mutuo di 120 anni.

 

Nel 1852, Louis Isidore Lequin trasferì la sua famiglia sulla collina di Santenay dove erano situati i vigneti e la cantina. La collina era ricca di depositi di sabbia silicea che si rivelano ideali per la fabbricazione del vetro. Lequin iniziò a produrre oggetti in vetro e coltivare vigneti. Tutti i proventi della sua attività nel settore del vetro furono reinvestiti nella cantina con l’acquisto di più terreni.

 

Nel 1938, Lucien Lequin (nonno di Louis, l’attuale proprietario) acquistò la sua prima parcella di terra da grand cru a Bâtard-Montrachet. Nel 1946 Jean Lequin, padre di Louis, sviluppò un mercato di esportazione e nel 1950 i vini venivano serviti al Waldorf Astoria di Manhattan. Nel corso dei decenni che seguirono, la famiglia Lequin acquistò vigneti a Corton, Pommard e Nuits-Saint-Georges.