La Selezione delle Selezioni

Trimboli Wines nasce nel 2018 ma, come amiamo raccontare a tutti, già con 57 anni di
storia del vino francese in Italia alle spalle. Tutto si spiega con un cognome, anzi con un
nome e cognome, quello di Antonino Trimboli, classe 1922, e vero pioniere nella
distribuzione dello Champagne e dei vini francesi in Italia sin dal 1961.


Antonino Trimboli, da cui la società prende nome e filosofia, è stato il primo talent scout,
nel mercato italiano, dei Cru della Champagne, dei piccoli Vigneron della Loira, dei finage
di Borgogna e dei poliedrici terroir dell’Alsazia. Negli anni Sessanta del Novecento era
solito partire per lunghi viaggi in Champagne, Borgogna, Loira, Alsazia e Bordeaux con la
sua Fiat Seicento, alla scoperta di vigne, uomini e vini; respirando l’aria di una viticoltura
che era allora pura eccellenza; innamorandosi dei dettagli; assaggiando migliaia di
bottiglie e condividendo spazio e tempo con i vignaioli d’oltralpe. Tornava in Italia con
carichi di bottiglie, tanta conoscenza e un’idea di vino, in pieno boom economico, a dir
poco avveniristica, incentrata sulla qualità del vigneto e dell’uomo che lì andava a
raccogliere l’uva: in poche parole, un pioniere dei terroir.


Così, in pochi anni, selezionerà più di 60 Vigneron e Récoltant Manipulant che faranno la
fortuna di moltissimi tra i maggiori importatori italiani di vini francesi, portando alla ribalta
maison che oggi rappresentano il Gotha della viticoltura dei Vigneron d’Oltralpe. Inoltre
importerà in Italia prodotti quali Blanquette de Limoux, Banyuls e Maury Doré,

che in pochi ancora oggi conoscono.


Tuttavia il suo tesoro di conoscenze, scoperte e assaggi non venne mai donato al mondo
completamente, perché Antonino Trimboli è ed è sempre stato geloso di alcune delle sue
creature che tiene tutte per sé, in una selezione delle selezioni. Piccole e medie maison,
tutte Grand Cru e Premier Cru della Champagne e non solo, che sono delle perle ancora
nell’ostrica, nascoste agli occhi di un mercato, negli anni Ottanta, Novanta e Duemila,
sempre più famelico di eccellenze e rarità vinicole francesi.


A raccogliere ancora una sola piccola parte di questo tesoro, nel 2018 sono stati
Francesca Trimboli, figlia di Antonino, Andrea Briano e Mauro Mirgovi, amici di famiglia,
grandi conoscitori e appassionati di vino. Un’operazione non priva di difficoltà, proprio per
la riluttanza, più o meno celata, del patriarca Antonino Trimboli nel rivelare tutti i suoi
segreti d’Oltralpe, nonostante a prendere il testimone di tanta qualità sia stata la sua stessa figlia.


Nasce così un nuovo modo di intendere la distribuzione dei vini francesi, basato sull’uomo
al di là del vigneto e non sul brand o sulle suggestioni delle mode.
Nasce così un diverso approccio all’eccellenza dei vini d’Oltralpe, fatta di donne e uomini,
Francesca, Andrea, Mauro insieme ai loro collaboratori, che percorrono le strade del vino,
calcando le terre dei Cru alla scoperta di quella unicità nelle pieghe dei dettagli che nel
mondo del vino è ancora troppo spesso una novità.


Nasce così la possibilità di cogliere, in una distribuzione veloce, moderna e quasi
sartoriale delle singole referenze, l’essenza più profonda, genuina e alta del vino francese,
come non mai in Italia.


Nasce così Trimboli Wines: selezione delle selezioni, eccellenza intima del terroir in ogni
etichetta e pionieristica sfida alla ricerca di quei veri Vigneron che mettono se stessi al
servizio dell’uva e del territorio.

I produttori

01 Logo Marc Hebrart.jpeg
LOGO_GS.jpg
161820335_5214314508641909_5948414025777124959_n.png
LOGHI_PM.jpg
Schermata 2021-08-03 alle 16.29.25.png
Schermata 2021-08-03 alle 15.37.30.png
04 Logo Barnaut.jpeg
06 Logo Domaine Louis Lequin.jpeg
Schermata 2021-08-03 alle 15.28.59.png
logo.jpeg
41 Logo Clüsserath-Weiler.jpeg